Costruito in uno degli spazi urbani che diventarono proprietà pubblica dopo il sequestro.

Venne costruito per soddisfare le esigenze della società borghese del secolo XIX e si installò nei terreni del antico convento. I costi furono sostenuti
dal comune e dai cittadini.
Il progetto fu realizzato dal architetto municipale e provinciale Manuel de Oraà nel 1848. Fu progettata come un edificio di 2 piani, rettangolari, con forma di ferro di cavallo, uno dei lati più corti, come tutti i teatri del XIX secolo. La facciata è sormontata da un plinto centrale, con il nome di Isabel II e lo scudo della città.
Fu inaugurato il 25 giuglio 1851.
Il teatro ha subito numerose riforme per adattarlo alle nueve esigenze degli spettacoli e perfomance, come ad esempio, l'aumento della sua lunghezza per
risparmiare spazio sul palco e dietro le quinte.
Il teatro ha anche approfittato dei suoi spazi per celebrare concerti e altre attività, che chiamarono Sala Espacio Guimerà, l'acesso si trova nella posteriore del
edificio.

Notizia

contentmap_plugin
made with love from Joomla.it - No Festival