Parque Taoro è uno dei luoghi più speciali della città, con il suo intorno naturale. Molte volte giornalisti e scrittori hanno fatto riferimento a questa zona paragonandolo ad un balcone con vista sulla città sotto i vostri piedi.
Con una superficie di circa 100.000 m2 rappresenta il più grande spazio verde a Puerto de la Cruz, in epoca storica, fu la residenza della colonia britannica  attratti dal suo clima, il paesaggio e il carattere aperto dei suoi abitanti.
Parco del Taoro è suddiviso in tre settori: il campanile, i giardini del Casinò e il cammino de la "Sortija". 
I giardini di Atalaya creano un ambiente idilliaco per camminare, tra sorgenti luminose, cascate, laghi e tra palme e piante subtropicali, che lo trasforma in una zona patronale piacevole per camminare, con gazebi, ponti, terrazze, un parco giochi e una serie di murale che alludono a tematiche Canarie. 
Sulla terrazza superiore del giardino, circondato da un palmeto, si può godere il belvedere chiamato Mirador Dulce Maria Loynaz, poeta cubana chiamata la figlia adottiva di Puerto de la Cruz, una città in cui ha scritto: "I giorni a Puerto volano come foglie con il vento del mare ".
L'elemento più emblematico di tutto il parco che in altri tempi era stato l'hotel Taoro, che è stato fino a poco tempo fa sede del Casinò ma presto tornerà al suo uso originario. Un edificio fin dalla sua apertura nel 1890 è un simbolo della tradizione turistica di Puerto de la Cruz, ed è stato progettato dall'architetto francese Adolph Coquet. Oltre ai valori architettonici e storici dell'edificio, vale la pena notare che nei giardini iniziati nel 1889, dove usano una pianta a forma di "U" per creare uno stile tipo francese, mentre vicino all'hotel ha uno stile inglese.
La terza sezione il cammino della "Sortija" è un luogo di ricordi speciali in quella zona si sono svolti numerosi festival e concorsi a cavallo un'attrazione per i turisti e la gente del posto. Altre aree di interesse sono la Chiesa anglicana con uno stile neogotico e il centro di congressi che ha una capacità di 1.000 persone.
Si commenta fare diverse opere di risanamento paesaggistico che pretende ricuperare la qualità e lo spirito originale, e in un secondo momento ricuperare anche l'uso del hotel.
Il parco Taoro rimarrà per tale ambiente speciale per tutti coloro che amano fare tranquille passeggiate, stare in contatto con la natura, partecipare a eventi culturali o semplicemente per leggere un libro in uno dei tanti angoli del parco. Un posto pieno di aroma che seduce i sensi e ti innamora per sempre.
 
contentmap_plugin
made with love from Joomla.it - No Festival