La Riserva Naturale Speciale del Barranco del Infierno è un settore che si distingue per la struttura geomorfologica della rete idrologica,

caratterizzata principalmente dai loro habitat acquatici (zone umide) e rupicola (ambienti rocciosi senza terra).

Il massicio in cui si trova costituisce, insieme ad Anaga e Teno, i più antichi della Isola. L'erosione ha scavato una rete di gole profonde tra le quali distaccano quelle del Hoyo, el infierno, el agua e Fañabé. Il Barranco del Infierno è il più spettacolore per i suoi corsi d'acqua. In questo spazio troverai una grande varietà florisitca con numerose specie endemiche, tra cui una dozzina di specie in via di estinzione, come il raro Cardoncillo (Ceropegia chrysantha) e una forma di balillo (Atalanthus microcarpus).

Notizia

contentmap_plugin
made with love from Joomla.it - No Festival